giovedì 17 novembre 2016

Disponibili gli Atti del Convegno di Monselice



Riprendo di seguito un post di Michele Santoro (Sapere Popolare edizioni) nel quale anticipa alcuni dei contenuti degli Atti del VII Convegno Nazionale dei Piccoli Musei, presentati a Calimera.in occasione dell'VIII Convegno Nazionale


"Felici come un bimbo davanti al suo gelato al cioccolato! Questa pubblicazione per Saperepopolare rappresenta una svolta che va verso una direzione precisa, che è prima di tutto culturale. Nel cammino, i "Piccoli Musei" e lo "sviluppo delle comunità" si trovano sulla stessa sponda, procedono insieme nonostante i numerosissimi ostacoli che incontrano ogni giorno, loro malgrado. Nei contributi degli ATTI, tutto ciò risulta molto chiaro. Abbiamo qui estratto, a questo proposito, alcune citazioni (a caso, tra le tantissime che meriterebbero visibilità e approfondimento) dai contributi del VII Convegno di Monselice della Associazione Nazionale Piccoli Musei (APM). E, a proposito di rivoluzione nella cultura (museale e non), Saperepopolare applica anch'esso una "buona pratica". Per ogni Epub venduto, 1 euro andrà all'Associazione...Farà bene ai Piccoli Musei...e alla Cultura. Noi ci crediamo! 
"Smettiamo (è un invito che rivolgo anzitutto a me stessa, ma poi anche a tutti gli addetti ai lavori), smettiamo i panni togati dei sacerdoti della cultura, degli iniziati, delle vestali…cerchiamo di arrivare al cuore della gente! E questo si può fare meglio in un piccolo museo che nei nostri bellissimi grandi musei" - Francesca Ghedini, Dipartimento Beni Culturali, Università di Padova
"Siamo nati perché è importante salvare e valorizzare ognuna delle 10 mila storie del nostro Paese, custodite e divulgate da ognuno dei piccoli musei italiani; e occorre fare in modo, in futuro, che non si debba perdere neppure una di quelle storie" - Giancarlo Dall'Ara, Presidente dell'Associazione Nazionale Piccoli Musei
"Soltanto una rivoluzione di pensiero, anche a livello normativo, può garantire futuro e sviluppo ai piccoli musei" - Valeria Minucciani, Professore Aggregato Architettura degli Interni, Allestimento e Museografia, Politecnico di Torino – Dipartimento di Architettura e Design
"Un “buon museo” è tale non solo in virtù delle sue collezioni, ma dei valori immateriali che veicola e delle buone pratiche che mette in atto per divulgarli, assumendo i connotati di un vero e proprio presidio culturale territoriale, in grado di rendere i cittadini protagonisti attivi di quella comunità che un museo dovrebbe sempre idealmente incarnare" - Valentino Nizzo, Funzionario Archeologo, Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Direzione Generale Musei - Servizio II
Il testo è acquistabile oltre che sulla piattaforma Bookrepublic (qui nel link), anche direttamente dal sito Saperepopolare: http://www.saperepopolare.com/…/musei-accoglienti-comunica…/