giovedì 29 maggio 2014

Si può fotografare nei musei: il Decreto


"Sono libere, al fine dell’esecuzione dei dovuti controlli, le seguenti attività, purché attuate senza scopo di lucro, neanche indiretto, per finalità di studio, ricerca, libera manifestazione del pensiero o espressione creativa, promozione della conoscenza del patrimonio culturale:
1) la riproduzione di beni culturali attuata con modalità che non comportino alcun contatto fisico con il bene, né l’esposizione dello stesso a sorgenti luminose, né l’uso di stativi o treppiedi;
2) la divulgazione con qualsiasi mezzo delle immagini di beni culturali, legittimamente acquisite, in modo da non poter essere ulteriormente riprodotte dall’utente se non, eventualmente, a bassa risoluzione digitale.”
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1137023887.html

Ecco un commento a questa notizia pubblicata dalla pagina FB dell'Ass.ne Nazionale Piccoli Musei
Massimiliano Zane: Vero a metà:il dl nuovo nn modifica ma integra in vecchio dl "dec.Urbani" che vieta l'uso di immagini "al di fuori della sfera personale".Ovvero sono escluse tutte le forme di condivisione e social:foto in museo? Ni...Falle ma tienile x te...No share 

ed un commento al commento
Cterina Pisu/APM: Non mi pare. Quando dice che è consentita "la divulgazione con qualsiasi mezzo delle immagini di beni culturali, legittimamente acquisite, in modo da non poter essere ulteriormente riprodotte dall’utente se non, eventualmente, a bassa risoluzione digitale, penso che si riferisca anche ai social networks, dove le immagini di solito credo che non siano ad alta risoluzione.

giovedì 22 maggio 2014

#Invasionidigitali e l'Associazione dei piccoli musei per salvare l'arte



Il più grande patrimonio al mondo è in pericolo. Sei pronto a Salvarlo?
Un progetto di #Invasionidigitali e dell'Associazione Nazionale dei Piccoli Musei
Diventa anche tu Monuments Man dal 6 all’8 giugno, è facilissimo! 
http://www.invasionidigitali.it/it/content/monuments-men-week-end

martedì 20 maggio 2014

venerdì 16 maggio 2014

L'Italia produttrice di gioia e di bellezza. Ripartiamo dai piccoli musei


Riprendo un articolo di Stefano Montefiori pubblicato dal Corriere della Sera del 14 ottobre 2010, nel quale il corrispondente del quotidiano milanese intervista l’Accademico di Francia Marc Fumaroli, che propone un percorso per arginare il modello pop americano.
“Considerati il passato e l’immensità del suo Patrimonio, sarebbe normale che fosse l’Italia oggi a mostrare al resto d’Europa la via per uscire dalle sabbie mobili della cultura di massa. In fondo l’ha già fatto altre volte in passato: risollevarsi, rinascere dopo i periodi di declino. Un declino che oggi riguarda tutti gli europei.” (…) 
“Non credo che esista un altro Paese che benefici di tanta simpatia nel mondo. Immagino che dipenda dal fatto che l’Italia è sempre stata produttrice di gioia e di bellezza, ha dato all’Europa i suoi splendidi autori, pittori, scultori, architetti, attori, cantanti, musicisti… Da voi non c’è mai stato disprezzo del mondo, ma un invito a gustarlo ancora, anche quando tutto sembra perduto e desolato. (…) 
Nel nostro mondo servono luoghi dove riposarsi, raccogliersi, volgere lo sguardo verso orizzonti che siano diversi da quelli proposti dal gran commercio culturale e dalla programmazione mediatica.
-       Da dove si potrebbe cominciare?

Dai piccoli musei che non richiedono lunghi soggiorni, ma offrono visite molto intense"

domenica 11 maggio 2014

#smallmuseumtour: una nuova iniziativa su Twitter!


L'Associazione Nazionale Piccoli Musei sta per dare vita ad una nuova iniziativa che si svolgerà su Twitter. I prossimi mesi saranno di grande impegno, come sapete, per la preparazione del Quinto Convegno Nazionale del 26-27 settembre e, prima ancora, del Tavolo tecnico regionale del 20 giugno, ma non vogliamo tralasciare il nostro lavoro sui social media che in questo periodo ci ha regalato tante soddisfazioni. 

L'iniziativa cui ho fatto cenno si ispira al già sperimentato #museumtour. Noi lo chiameremo #smallmuseumtour. Consisterà in una visita guidata virtuale, settimanale, in un piccolo museo, scelto tra quanti vorranno aderire, associati e non associati. 

Per svolgere la visita i curatori, i responsabili o gli operatori dei musei che aderiranno, sceglieranno otto immagini, che possono essere oggetti, specifiche installazioni o parti significative del museo. Ciascuna immagine sarà accompagnata da un breve commento e rappresenterà una tappa del tour.

Chiunque potrà interagire collegandosi nel giorno e nell'orario che saranno comunicati nei giorni precedenti. Si potranno fare domande e si potrà interagire con chi rappresenta il museo, così come avviene in una visita guidata reale. La durata della visita non dovrà essere maggiore di un'ora in modo da concentrare spiegazioni, interazioni e domande in quell'arco di tempo, senza dispersioni.

Il primo museo che visiteremo sarà il Museo del Bottone. La settimana successiva seguirà il Museo della Bora e poi altri ancora, fino alla fine di luglio. 

I musei che desiderano aderire possono contattare me o Ile Muttley Atzori su questa pagina o attraverso il mio indirizzo di posta elettronica caterinapisu@alice.it. Per contattare Ile Muttley Atzori, in particolare i musei sardi, ma chiunque altro voglia aderire all'iniziativa, potete scrivere a ilenia.atzori@gmail.com

venerdì 9 maggio 2014

#Smallmuseumtour


Come anticipato nei giorni scorsi, l'Associazione Nazionale Piccoli Musei sta per lanciare una nuova iniziativa su Twitter, #smallmuseumtour, una serie di visite guidate virtuali che, nel corso di un’ora, permetteranno a tutti coloro che lo desiderano, di conoscere un piccolo museo attraverso otto “tappe”, con la guida dei curatori.
Ogni “tappa” corrisponde all’immagine di un oggetto o di un angolo del museo, di una postazione, di qualsiasi dettaglio che il curatore riterrà utile per condurre la sua visita guidata. Sarà possibile interagire con i curatori, porre domande e dialogare, esattamente come si farebbe durante una visita reale.

Il primo degli 11 appuntamenti previsti fino alla fine di luglio, sarà lunedì 12 maggio. Dalle ore 15.00 alle 16.00 tutti “sintonizzati” su Twitter per visitare virtualmente il Museo del Bottone di Santarcangelo di Romagna, in compagnia del suo direttore, Giorgio Gallavotti.

Ogni settimana sarà possibile visitare un museo diverso. Il giorno e l’ora potranno variare, ma se ne darà notizia in largo anticipo. Basta tenere d’occhio l’hashtag #smallmuseumtour.

martedì 6 maggio 2014

Musei "sospesi". In vista del V Convegno Nazionale


Come sapete il V Convegno dei piccoli musei si terrà a Viterbo a settembre. Sarà, come in passato, l'occasione per parlare non dei musei in generale, ma dei piccoli musei, del 90% cioè dei musei italiani. Di quei musei che, in tanti - diciamo la verità - trascurano, quando scrivono norme, quando fissano regole, quando parlano di finanziamenti o descrivono i musei in Italia e nel mondo.
E' l'appuntamento dei musei spesso trascurati da chi ha in mano le risorse, ma i piccoli musei sono i musei più affascinanti, più veri, più legati al territorio, più da scoprire, da valorizzare.
Certo parleremo anche del ruolo del web e della rivoluzione digitale, ma nell'ottica dei piccoli musei, e parleremo anche di normative (sempre nell'ottica dei piccoli musei).
Ascolteremo case histories e testimonianze interessanti e soprattutto utili.
Non sarà una passerella, non ci saranno lunghi discorsi generici o incomprensibili ai più, sarà invece un momento di confronto sulle nostre tesi e sulle esperienze e i problemi reali.
Se questi temi vi interessano e vi coinvolgono, se volete aiutare i piccoli musei ad uscire da questa situazione "sospesa", se avete la nostra stessa PASSIONE, non potete mancare.
Vi aspettiamo a Viterbo il 26 e 27 settembre nella Rocca Albornoz.

Materiali sui musei "sospesi" in vista del Convegno di Viterbo