lunedì 21 aprile 2014

Il programma del 5° Convegno Nazionale dei piccoli musei


QUINTO CONVEGNO NAZIONALE DEI PICCOLI MUSEI (APM)

Musei accoglienti: una nuova cultura gestionale per i piccoli musei 

Viterbo, 26 e 27 settembre 2014
Museo Nazionale Etrusco, Rocca Albornoz

Prima Giornata 
26 Settembre 2014
ore 15.00
Saluti delle Autorità
Intervengono:
Leonardo Michelini, Sindaco di Viterbo
Antonio Delli Iaconi, Assessore alla Cultura del Comune di Viterbo
Alfonsina Russo, Soprintendente per l’Etruria meridionale

Introduce e coordina Gennaro Pisacane, Vicepresidente APM

ore 16.00 Prima Sessione: i Piccoli Musei in Italia. Idee e strumenti per la progettazione e la gestione

“Lo scenario attuale dei Piccoli Musei”, Giancarlo Dall’Ara – Presidente APM
“La creazione di contenuti visivi per i piccoli musei”, Caterina Pisu, Coordinatore Ricerca e
Comunicazione APM, Maurizio Pellegrini (Soprintendenza Archeologica per l’Etruria Meridionale)
“L’allestimento dei piccoli musei fra nuove tecnologie e tradizione”, Valeria Minucciani, Professore
aggregato di Allestimento e Museografia del Politecnico di Torino
“L'importante ruolo degli 'Amici' per i piccoli musei”, Vittorio Falletti Ph.D., docente di Economia
dell’Arte presso l’Accademia Albertina delle Belle Arti, Torino

ore 17.00 Seconda Sessione: Musei 2.0

“Musei e Social Media”, Francesca Porden Gottardo, creatrice del Movimento “#svegliamuseo”
“Il Museo virtuale di Narce (MAVNA)”, Jacopo Tabolli, direttore del MAVNA, Mazzano Romano, RM

Seconda Giornata 

27 settembre 2014
Ore 9.30
Saluto di Giorgio Gallavotti, Direttore del Museo del Bottone di Santarcangelo di Romagna, in
rappresentanza dei Piccoli Musei associati all’APM
Introduzione ai lavori della seconda giornata, Gennaro Pisacane
ore 10.00 Terza Sessione: normative e finanziamenti per i Piccoli Musei
“Normative per la qualità nei Piccoli Musei”, Anna Boccioli, docente del Centro Internazionale di Studi sul
Turismo, Assisi
“Crowdfunding e altre fonti di finanziamento per i piccoli musei”, relatore da confermare

ore 11.00 Quarta Sessione: gestire un piccolo museo. Esperienze e Buone Prassi

“Il Museo della Ceramica della Tuscia”, Silvia Valentini, direttrice del Museo della Ceramica della Tuscia
“Piccoli Musei a Roma”, Maria Italia Zacheo, direttrice del Museo della Scuola Romana di Villa Torlonia
“Mostrare l'invisibile/Il vento come esperienza. Il Museo della Bora di Trieste”, Rino Lombardi, direttore
del Museo della Bora
“A Padova il Museo del Precinema. La collezione Minici Zotti”, Laura Minici Zotti, direttrice del Museo
del Precinema
“Il Sistema museale del Lago di Bolsena”, Pietro Tamburini, direttore del Sistema museale del Lago di
Bolsena
“Il ruolo sociale dei musei: una nuova sfida culturale”, Isabella Serafini, responsabile dei servizi educativi e
didattici dei Musei capitolini, Roma
“I piccoli musei della Sardegna: buone pratiche”, Ilenia Atzori, Coordinatore regionale APM per la
Sardegna

CONCLUSIONI (ore 13,00)


Al termine del convegno, trasferimento all’ICult (Incubatore Culturale) di Viterbo dove si potranno gustare i
prodotti tipici della zona e assistere al Focus Tuscia, dalle ore 15.00, incontro con gli operatori economici
del settore culturale, di produttori delle eccellenze della Tuscia, partecipazione a short-workshop di esperti
della cultura e del mondo museale viterbese.



Staff organizzativo

Francesca Ceci (archeologa, Musei Capitolini)
Giulio Curti (Responsabile ICult-BIC Lazio, Viterbo)
Laura Patara (Tuscia in Rete, Paper Moon snc, Viterbo)
Caterina Pisu (Coordinatrice Associazione Nazionale Piccoli Musei)
Alessandro Ursino (ICult-BIC Lazio, Viterbo)


Contatti 

caterinapisu@alice.it

venerdì 18 aprile 2014

Giornata Internazionale dei Musei (#IMT14)



Propongo un post di Caterina Pisu (brava come sempre!)

Questo è un esempio di come si può partecipare a #myCollection14 con le foto delle collezioni dei musei. Possono partecipare sia i professionisti museali sia i visitatori, con foto, filmati, selfies, dietro le quinte di mostre ecc.. E' possibile partecipare sin da ora. L'iniziativa è in corso e avrà il suo culmine il 18 maggio, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei.
Per la Giornata Internazionale dei Musei (#IMT14) partecipo con questa statua di Demetra da poco esposta nel Museo Nazionale Etrusco di Viterbo, Rocca Albornoz, salvata da un saccheggio di un santuario rupestre, nei pressi di Vetralla, in provincia di Viterbo, in un'area denominata "Macchia delle Valli".
I materiali archeologici rinvenuti assegnano un lungo periodo di vita al santuario, utilizzato dal III sec. a.C. al II sec.d.C.
Con questa foto la statua entra a far parte della collezione mondiale di #myCollection14

seguiteci sulla pagina Facebook dell'Associazione Nazionale Piccoli Musei

giovedì 10 aprile 2014

#MuseumWeek: l'analisi di Caterina Pisu


Sull'evento #MuseumWeek (dal 24 al 30 marzo), sono state condotte diverse indagini che ne hanno precisato i contorni. Caterina Pisu, coordinatrice dell'Ass.ne Nazionale Piccoli Musei ha scritto un post tutto da leggere: "Più di 180,000 i tweets, più di 40,000 gli utenti e 600 i musei che hanno preso parte al grande evento".
(...)
I musei con magggiore rilevanza emersi tra i quattro paesi europei che hanno aderito all'iniziativa (Regno Unito, Francia, Spagna, Italia) sono: "Palazzo Madama da Torino (@palazzomadamato), l’Associazione Nazionale Piccoli Musei (@PiccoliMusei) da Roma e il Centre Pompidou da Parigi (@centrepompidou).

L'articolo di Caterina Pisu è qui:

http://museumsnewspaper.blogspot.it/2014/04/museumweek-lanalisi-de-la-magnetica.html

mercoledì 2 aprile 2014

Essere "locali" nell'epoca delle realtà globali


Riprendo un bel post che Caterina Pisu ha pubblicato sulla pagina Facebook dell'Associazione Nazionale dei Piccoli Musei
Nell'epoca delle realtà globali, essere 'locali' non significa essere circoscritti ad una località fisica. Significa, piuttosto, che i servizi sono creati nel cuore della comunità - sia che la comunità sia in un luogo fisico sia che sia in un luogo virtuale. Significa fare in modo che gli strumenti e i servizi che creiamo siano là dove sono gli utenti, e che aiutino ad impegnarsi con loro su un piano di parità. Ciò significa che l'anima e l'identità delle nostre istituzioni occupa un posto emotivo e psicologico costante e prezioso nei cuori e nelle menti dei nostri utenti. (Nicholas Poole, Chief Executive at Collections Trust, Cambridge)