domenica 24 febbraio 2013

tipologie di case museo



Case di uomini illustri, abitazioni di scrittori, artisti, musicisti, politici, eroi militari, imprenditori...cioè di personaggi famosi internazionalmente o in grado di incarnare localmente i valori e le qualità in cui la comunità si riconosce attraverso cui si presenta.

Case di collezionisti, dimore volute, ideate, arredate da collezionisti, e dunque documenti del gusto del collezionare e dell'abitare di un determinato periodo storico.

Case "della Bellezza", dimore dove la prima ragione per l'esistenza del museo è la casa come opera d'arte, vuoi per la struttura architettonica, vuoi per gli arredi e decori mobili, vuoi per la coerenza complessiva del progetto.

Case testimoni di eventi storici, case che commemorano un evento o che rappresentano efficacemente i mutamenti stessi vissuti dalla società del tempo, attraverso i cambiamenti della qualità della vita quotidiana e domestica.

Case volute da un comunità, case trasformate in museo non per particolari ragioni storiche o artistiche ma perché la comunità locale le ha viste come uno strumento in grado di preservare la memoria e come luogo ideale per attività culturali.

Dimore nobiliari, ville e palazzi dove generazioni di una stessa famiglia o di famiglie che vi si sono succedute hanno lasciato i segni della propria storia.

Palazzi reali e luoghi del potere, regge e dimore ormai storicizzate e completamente musealizzate o (come spesso avviene all'estero) ancora parzialmente utilizzate per l'originaria funzione.

Case del clero, monasteri, abbazie e altre residenze ecclesiastiche aperte al pubblico con un uso residenziale sia passato che attuale.

Case a carattere etnoantropologico, documenti di un mondo scomparso, come le case contadine in una società preindustrializzata. Queste case museo hanno avuto in tempi recenti una rinnovata fortuna, legandosi spesso agli ecomusei, luoghi capaci di parlare di una comunità attraverso il paesaggio, le manifestazioni della vita e del lavoro, e dunque anche grazie alle forme dell'abitare.

Tratto da: Rosanna Pavoni, "Case museo in Italia", Gangemi Editore, Roma 2009

giovedì 21 febbraio 2013

469 euro. Questo è il finanziamento ai piccoli musei del Lazio

"Quattrocentosessantove euro per il 2012. È questo il finanziamento della Regione Lazio per ciascuno dei 143 musei diffusi sul territorio. Ora 65 «piccoli» musei, attivi e arrabbiati, si sono riuniti in un coordinamento per ottenere impegni concreti dalla politica. Nel documento-appello (www.museinelterritorio.info) presentato ieri al museo Nazionale Romano, si chiede ai candidati una svolta affinché si potenzi il comparto e si finanzi adeguatamente la Legge 42, riconoscendo alla cultura il ruolo di volano economico"

Per leggere l'articolo rimando al link del Corriere.
Per la soluzione del problema non c'è che trovare un diverso modo di gestire i musei.
L'Associazione Nazionale Piccoli Musei è nata proprio per promuovere una diversa cultura gestionale dei musei.
Per inciso nel Lazio i piccoli musei sono un numero molto superiore ai 143 musei dei quali parla l'articolo.

http://archiviostorico.corriere.it/2013/febbraio/19/Per_piccoli_musei_469_euro_co_0_20130219_09102e28-7a5f-11e2-b3a3-7419af1c9f94.shtml

sabato 16 febbraio 2013

I piccoli musei e Wiki Loves Monuments Italia


Lettera ai Piccoli Musei
Cari Soci e Simpatizzanti,
la Dott.ssa Emma Tracanella, Coordinatrice del progetto Wiki Loves Monuments Italia, ci ha contattati per presentare il progetto Wiki Loves Monuments Italia 2013. Si tratta di un concorso fotografico che potenzia la visibilità dei monumenti e invita ciascuno ad essere protagonista nel documentare, valorizzare e tutelare il patrimonio culturale italiano e internazionale.
Possono essere oggetto di questo concorso: edifici, sculture, siti archeologici, strutture architettoniche, siti naturali e interventi dell’uomo sulla natura che hanno grande valore dal punto di vista artistico, storico, estetico, etnografico e scientifico.
Il progetto è promosso e coordinato da Wikimedia Italia, l’associazione di promozione sociale finalizzata alla diffusione della conoscenza libera.
L'anno scorso Wiki Loves Monuments Italia ha prodotto 7250 fotografie del patrimonio culturale italiano caricate con licenza libera su Wikimedia Commons da 803 partecipanti.
La Dott.ssa Tracanella ha quindi invitato i direttori dei piccoli musei nostri associati e tutti coloro che seguono anche dall’esterno l’Associazione Nazionale Piccoli Musei, a partecipare, promuovendo questa iniziativa.
Per maggiori dettagli segue la descrizione ufficiale del progetto.
Chi volesse contattare direttamente la Dott.ssa Emma Tracanella  può inviarle una e-mail all’indirizzo di posta elettronica emma.tracanella@wikimedia.it.
Caterina Pisu
Associazione Nazionale Piccoli Musei (APM)
Salita dei Curiali, 4 - 84011 Amalfi (SA)
E-mail: apmusei@gmail.com
Web site: www.piccolimusei.com
Blog: http://piccolimusei.blogspot.com
Facebook: 
https://www.facebook.com/pages/Associazione-Nazionale-Piccoli-Musei-APM/353933627964466?ref=ts
Twitter: https://twitter.com/#!/PiccoliMusei

lunedì 11 febbraio 2013

Notizie dall'Associazione Piccoli Musei


Cari colleghi e cari amici,
                           con questa prima lettera circolare del 2013
desideriamo informarVi dello stato dei progetti in corso.
A tal fine, alleghiamo un documento a firma del Presidente dell'APM
Prof. Giancarlo Dall'Ara, che fa il punto della situazione.
Inoltre, desideriamo informarVi che il prossimo 27 febbraio 2013
svolgeremo presso la sede associativa (Amalfi, Salita Dei Curiali n.
4) il Consiglio Direttivo nel quale delibereremo l'ammissione dei
nuovi associati che hanno fatto richiesta negli ultimi mesi.
A coloro che intendono aderire all'Associazione, ricordiamo che il
contributo di adesione è di € 50,00 e che, se la richiesta perverrà in
tempo utile, il Consiglio Direttivo si pronuncerà già in occasione
della riunione del 27 p.v.
Il modulo è scaricabile dal sito www.piccolimusei.com.
Nell'attesa, riteniamo di farVi cosa gradita nel sottoporVi l'articolo
pubblicato sulla Rivista “Nuova Museologia”, a firma della nostra
associata Caterina Pisu, nel quale si descrive compiutamente il punto
di vista dell'APM sulla condizione dei piccoli musei oggi in Italia.
Con i migliori saluti
Avv. Gennaro Pisacane
Vice Presidente dell’Associazione Nazionale Piccoli Musei
--------------------
Associazione Nazionale Piccoli Musei
Salita Dei Curiali n. 4
84011 Amalfi (SA)
E.mail apmusei@gmail.com
Web www.piccolimusei.com
Blog http://piccolimusei.blogspot.it/
Facebook http://www.facebook.com/pages/Associazione-Nazionale-Piccoli-Musei-APM/353933627964466