lunedì 15 gennaio 2018

Non dimenticate le ragioni dei Piccoli Musei



Apprendiamo che “Il decreto ministeriale che dovrà definire le modalità di accreditamento al Sistema museale nazionale e ratificare i Livelli uniformi di qualità (LUQ) è quasi pronto”. Ma i piccoli musei non sono mai stati coinvolti.

Chiediamo che anche la nostra Associazione, che rappresenta le ragioni dei piccoli musei (il 95% dei musei italiani), possa esprimere un parere, prima dell’approvazione del testo definitivo.

martedì 9 gennaio 2018

I piccoli musei non sono grandi rimpiccioliti




Ci sono istituzioni che pensano che gli Standard che vanno bene per il MoMA debbano andare bene anche per un piccolo museo; ci sono tecnici che preparano Bandi per finanziamenti che non distinguono tra piccoli e grandi; ci sono addetti ai lavori che organizzano corsi di formazione per i grandi musei e pensano che siano adatti anche ai piccoli; ci sono esperti che pensano che il marketing di un piccolo museo debba essere come quello che fa il Louvre... Noi no.
www.piccolimusei.com 

venerdì 22 dicembre 2017

Una nuova Giornata Nazionale per valorizzare i Piccoli Musei



Dopo il successo della Prima Giornata Nazionale dei Piccoli Musei L'Associazione Nazionale dei Piccoli Musei è pronta per un nuovo appuntamento con l'obiettivo di:
- far conoscere il vero volto dei piccoli musei, la loro importanza, il loro ruolo, e le loro specificità,
- attirare l'attenzione delle istituzioni e dei media,
- stimolare i residenti,
- attrarre nuovi visitatori.
Come già nel 2017, la prossima Giornata Nazionale, fissata per il 3 giugno 2018, si caratterizzerà non solo per le porte aperte e l'ingresso gratuito, ma soprattutto per un gesto di accoglienza in grado di esprimere la cultura del museo e la sua identità.
Se anche il vostro museo vuole aderire alla seconda Giornata Nazionale (3 giugno 2018) può comunicare il proprio interesse scrivendo a info@piccolimusei.com; successivamente riceverà una scheda di adesione da compilare.

lunedì 30 ottobre 2017

A Calci (Pisa) i musei incontrano il territorio



“I musei incontrano il territorio”

Progetto a cura del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa,
del Museo Nazionale della Certosa Monumentale e del Comune di Calci,
con la collaborazione del Centro Commerciale Naturale di Calci
e delle Associazioni Nicosia nostra, Infestanti aps, Artigianato Mestierando,
Feronia, Compagnia di Calci (?)


“I musei incontrano il territorio” è un progetto nato dalla volontà e dal desiderio di conoscere e conoscersi, nell'ottica di approfondire insieme modalità e percorsi per una valorizzazione e una miglior collaborazione tra le diverse realtà, al fine di essere tutti insieme risorsa per la cultura, per il turismo, per l’economia e per l’identità stessa del territorio.

Il progetto prevede i seguenti momenti di incontro:

- lunedì 23 e martedì 24 ottobre due giornate di presentazione delle realtà museali presenti all'interno della Certosa, giornate dedicate una ai gestori delle strutture ricettive e commerciali di Calci e l'altra ai gestori delle strutture ricettive e commerciali delle provincie di Pisa, Lucca e Livorno.

- mercoledì 8 novembre il seminario “Il marketing che funziona si chiama Accoglienza”, a cura di Giancarlo Dall'Ara, esperto di turismo e marketing dell'accoglienza, presidente dell'Associazione Nazionale Piccoli Musei e teorico fondatore dell'Albergo diffuso;

- sabato 25 e domenica 26 novembre una “Due giorni con i travel blogger: a Calci tra artigianato, tradizioni, storia e natura”, con un ricco programma grazie al quale i travel blogger avranno la possibilità di scoprire il paese di Calci e le sue bellezze.


Di seguito gli appuntamenti con relativo programma.

14 SETTEMBRE, ore 17,00
Incontro organizzativo presso il comune di Calci

---

23 OTTOBRE, ore 15,00 - 18,00
Incontro di presentazione del museo
ai gestori delle strutture ricettive e commerciali delle zone di Pisa, Livorno e Lucca.

Programma

Nella sala conferenze:
- Massimiliano Ghimenti, sindaco di Calci: saluti e presentazione dell'idea comune “Il turismo a Calci”.
- Antonia D'Aniello, direttrice del Museo Nazionale della Certosa Monumentale: “La Certosa di Calci da monastero a museo”.
- Sabrina Balestri, coordinatore organizzativo del Sistema Museale d'Ateneo: “Il Museo di Storia Naturale”.
- Spazio di confronto (raccolta di proposte, idee e suggerimenti utili).
- Antonia D'Aniello e Roberto Barbuti, direttore del Museo di Storia Naturale: visita guidata ad alcuni spazi e sale espositive del Museo di Storia Naturale e della Certosa.

Nel giardino della Galleria storica: rinfresco.

A tutti i partecipanti sarà donata la cartellina del museo con materiale del museo: foglio di presentazione della Certosa con i due musei, blocconotes, penna, mappa del museo, depliant del museo, pubblicazione “Girolamo Ciulla e il Museo di Storia Naturale”, ricordo personalizzato della giornata (chiave).

Adesione obbligatoria entro il 19 ottobre.

---

24 OTTOBRE, ore 15,00 - 18,00
Incontro di presentazione del museo
ai gestori delle strutture ricettive e commerciali del territorio calcesano.

Programma

Nella sala conferenze:
- Massimiliano Ghimenti, sindaco di Calci: saluti e presentazione dell'idea comune “Il turismo a Calci”.
- Antonia D'Aniello, direttrice del Museo Nazionale della Certosa Monumentale: “La Certosa di Calci da monastero a museo”.
- Roberto Barbuti, direttore del Museo di Storia Naturale: “Il Museo di Storia Naturale”.
- Spazio di confronto (raccolta di proposte, idee e suggerimenti utili).
- Antonia D'Aniello e Roberto Barbuti: visita guidata ad alcuni spazi e sale espositive del Museo di Storia Naturale e della Certosa.

Nel giardino della Galleria storica: rinfresco.

A tutti i partecipanti sarà donata una cartellina con materiale del museo: foglio di presentazione della Certosa con i due musei, blocconotes, penna, mappa del museo, depliant del museo, pubblicazione “Girolamo Ciulla e il Museo di Storia Naturale”, ricordo personalizzato della giornata (chiave).

Adesione obbligatoria entro il 19 ottobre.

---

8 NOVEMBRE, ore 15,00 - 18,00.
Seminario “Il marketing che funziona si chiama Accoglienza”
relatore Giancarlo Dall'Ara

Nella sala conferenze:
Seminario aperto a personale dei musei, addetti alle biglietterie, operatori didattici, gestori delle strutture ricettive e commerciali di Calci, Pisa e dintorni, a chiunque sia in qualche modo interessato.

Nella sala conferenze:
- Massimiliano Ghimenti, sindaco di Calci: saluti.
- Roberto Barbuti, direttore del Museo di Storia Naturale: introduzione.
- Giancarlo Dall'Ara, esperto di turismo e marketing dell'accoglienza, presidente dell'Associazione Nazionale Piccoli Musei e teorico fondatore dell'Albergo diffuso : “Il marketing che funziona si chiama Accoglienza”.
- Spazio di confronto e brindisi conclusivo.

Adesione obbligatoria entro il 3 novembre.

---

25 - 26 NOVEMBRE
Due giorni con i travel blogger:
a Calci tra artigianato, tradizioni, storia e natura

4 blogger italiani

Programma

Sabato 25 novembre:

Ore 10,00: arrivo alla stazione ferroviaria di Pisa, accoglienza e partenza per Calci. Saluto di Massimiliano Ghimenti, sindaco di Calci. Sistemazione nelle strutture ricettive locali.
Visita a Nicosia e a “Il presepio che cresce” in costruzione (a cura dell'associazione Nicosia nostra).
Pranzo offerto da Il Pozzo di San Vito o da Il barrino.
Pomeriggio: visita guidata del Museo Nazionale della Certosa Monumentale di Calci (guidata dalla direttrice Antonia D'Aniello) e del Museo di Storia Naturale, incluso i Presepi Meucci (guidata dall'associazione Feronia).
Ore 19,00: sala conferenze del museo: presentazione del libro e della mostra fotografica “Obiettivo Palestina”. Apericena e a seguire “Se una sera un pellegrino...”, musiche e canti dell'anno Mille.
Pernottamento presso le strutture ricettive locali (offerto dal b&b Il Molendino e dall'agriturismo Il Palazzaccio).

Domenica 26 novembre:

Ore 9,00: colazione.
Passeggiata sul Monte Pisano in zona Tre Colli: riconoscimento e raccolta delle erbe spontanne alimentari; preparazione del pranzo con le erbe raccolte e pranzo (passeggiata e pranzo a cura e offerto dall'associazione Infestanti aps, passeggiata guidata da Maurizio Gioli, esperto di piante spontanee).
Pomeriggio: visita alla Pieve di Calci (guidata da Ferruccio Bertolini, Compagnia di Calci?) e al Mercatino di Natale/Festa dell'olio (a cura e guidata dell'associazione Artigianato Mesteriendo).
Possibilità di assistere ad una gara di cucina con prodotti tipici del territorio (a cura del Centro Commerciale Naturale di Calci).
Saluti.



Progetto e organizzazione a cura di Roberto Barbuti, Silvia Battaglini, Angela Dini, Leonardo Mancarella, Elena Puccini, Patrizia Scaglia.

mercoledì 25 ottobre 2017

Piccoli musei, musei creativi


Sintesi della relazione di Giancarlo Dall’Ara al convegno del 13 ottobre a Trento, sui piccoli musei Narratori di Luoghi
Presidente dell’Associazione Nazionale Piccoli Musei

In Italia ci sono oltre 10 mila musei, una realtà straordinaria che fa del nostro, il paese leader in Europa per numero di musei.
Il 95% dei musei italiani è di piccola dimensione, un dato che dice molto sulla specificità della nostra proposta culturale e sulle motivazioni di questo incontro.
Ciò che forse non è ancora sufficientemente chiaro è che lo scenario dei piccoli musei è molto cambiato in questi anni. A fianco di tante realtà che faticano ad operare, sono sempre più numerose le esperienze di successo, anche in Trentino, che possono essere considerate “casi di studio”, “modelli di riferimento”. Quelle esperienze suggeriscono quali siano le condizioni minime perché un piccolo museo possa svolgere al meglio le proprie funzioni, nonostante i limiti che tradizionalmente possono caratterizzare la piccola dimensione (risorse inadeguate, personale limitato o assente…).
La tesi che vorrei sostenere è che la piccola dimensione può essere un punto di forza, un vantaggio e un valore per un museo, ma richiede ai musei di fare rete tra di loro e di essere più creativi.
Un piccolo museo può svolgere i suoi compiti istituzionali di tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali e contemporaneamete raggiungere obiettivi importanti (anche in termini di numero di visitatori) se non si limita a riproporre in scala ridotta le esperienze di visita dei grandi musei - perché un piccolo museo non è un grande museo “rimpicciolito” - e se adotta un modello gestionale accogliente sia nei confronti della comunità locale che dei visitatori, che riesca a trasformarlo in una esperienza unica e irripetibile.
L’occasione di questo convegno è anche quella di fare proposte per i piccoli musei del Trentino interessati.
Si può essere creativi nella gestione, nelle esperienze di visita proposte, nelle modalità espositive, nelle attività didattiche e di animazione, nel modo di accogliere i visitatori o di rapportarsi con il territorio, e anche nel modo di fare rete con altri piccoli musei.

Sono almeno due le condizioni per il successo di un PM, le condizioni cioè perché un PM possa raggiungere i suoi obiettivi e creare valore per un territorio: (1) essere consapevoli delle proprie “specificità” e orgogliosi della propria dimensione, e (2) mettere al centro le persone, la grande risorsa dei Piccoli musei.